Pagina:Martini - Trattato di architettura civile e militare, 1841, I.djvu/281

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

libro v. 261


Alcuni altri modi dichiarerò di grande difensione, ma non di tanta offesa. In prima facciasi negli angoli del fosso i capannati nella forma che nel disegno appare (tav. V. 1), i quali dalle bombarde non possono essere offesi, nè da altra macchina, e per quelli facilmente con le bocche del fuoco il fosso e le mura si difendono, come appare manifesto ad ogni intelligente (1). Secondariamente, facciasi dalla estremità del ciglio a quella del fosso, una strada larga piedi 8 in 10 (2), e quella sia dal ciglio superata piedi 8 in 10, per la quale quelli della fortezza possano sicuri e senza sospetto andare intorno e difendere il fosso e la via senza essere offesi. Terzo, facciasi 6, ovvero 8 piedi dal fosso verso la sommità sua in forma di triangolo scaleno, ovvero di scarpa: e sotto questo si faccia una gola, come appare nella figura (tav. V. 8), acciocchè nel fosso non possa andare alcuno dei nemici, se non precipitando. Quarto, in mezzo del fosso facciasi un muro grosso piedi 5 e alto piedi 25 (3), con la sommità a modo di triangolo, e di qua e di là una gola a forma di quella del fosso, come meglio appare per il disegno (tav. cit.): dopo il qual muro si faccia una via intorno verso della fortezza dove si possa stare e andare a difendere il fosso per le balestriere e bombarde, le quali nel muro si debbono fare volte verso la sommità del fosso e ciglio, per il quale tramezzo di muro (oltre alla difesa del fosso e ciglio), quando alcun inimico fosso disceso o caduto nel fosso, non potria su per quello salire, nè nella sua sommità fermarsi, nè eziandio discendere dalla banda verso la fortezza, quando in essa sommità di muro fosse salito. Quinto, facciasi in mezzo della profondità del fosso un altro fosso più profondo, alto piedi 20 in 25, il quale in fondo da piè sia largo piedi 30 (4), e nella sommità piedi 25, il quale ogni animoso uomo farà preterire: perocchè oltre alla sua grande profondità, non saria uomo

  1. Lacuna restituita dal cod. Sanese (f.o 22 v.o).
  2. Così legge il codice Sanese, laddove il Magliabechiano ha larga piedi XIII in X, dove è chiaro che fu scritta una X per una V, poichè l’autor nostro mette sempre le maggiori misure dopo le minori, ed in tutti i disegni vedesi che il fianco nella strada coperta è eguale alla larghezza (Memoria III, capo II).
  3. Il cod. Sanese legge grosso piedi 8 ed allo piedi 30 (Memoria III, cap. VI).
  4. Lacuna restituita dal cod. Sanese ( f.o 23 r.o).