Pagina:Mastriani - La cieca di Sorrento 1.djvu/57

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 57 —

amicizia è quanto può offrirvi la sventurata Albina di Saintanges.

In questo, la baronessa tornava dalla sua visita al Re. I due giovani si divisero dopo aversi tra loro scambiato un amorevol saluto.


II.


il 18 giugno.


Il palazzo Saintanges era sito nella Chaussèe d’Antin, uno de’ più aristocratici quartieri di Parigi.

Il domani di questa breve conversazione tenuta a Saint-Cloud, il marchese Rionero, verso l’una pomeridiana, si faceva annunziare alla baronessa di Saintanges.

— La signora baronessa è uscita in questo momento, gli fu risposto; se il signor marchese vuol parlare a madamigella, sarà immantinente informata.

Questo appunto talentava all’impaziente Rionero, il quale, fin dalle 11 del mattino, erasi tenuto fermato in carrozza, poco discosto dall’abitazione della baronessa, per ispiare il momento in cui costei usciva.

— Ebbene, dite a madamigella di Saintanges che avrei qualche cosa di sommamente urgente a manifestarle.

Dopo un tre minuti, il marchese Rionero veniva introdotto nello stanzino della fanciulla.

Albina era seduta sopra una bassa seggiola