Pagina:Matini - In Mugello, Firenze, 1913.djvu/56

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
52 il mugello


il resto; di lasciar cioè libero il corso alla fantasia e di dimenticare tutto me stesso davanti alle cose. Chè io sono per natura giocondo e mi adatto assai facilmente e procuro dormire su tutti i guanciali che mi presenta la sorte, cercando di godere la vita e allontanando la noia, questo sassolino maligno che si introduce nelle scarpe del passeggiero e gli amareggia il cammino. Casolari. (Fot. Gino Danti».