Pagina:Memorie dei Conti di Thunn 1839.djvu/107

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 107 —

rumnobillimae familiae de Thono pie consulens restaurari curavit.

1554.


Cristoforo Madruzzo, Vescovo Principe di Trento, in considerazione che i Signori di Tono prestarono volontarj utilissimi servigi alla Chiesa di Trento, rinnova loro l’antico privilegio di costringere per proprj uffiziali i renitenti nel pagare decime ed affitti loro dovuti.

(Arch.)


1589.


Filippo de Thunn fece in giurisdizione trentina levar pegni a Pietro Friz di Tassullo. I luogotenenti del Vescovo lagnaronsi della perturbata giurisdizione; ma Filippo rispose essere sempre stato costume della di lui Casa il fare atti simili anche nelle altrui giurisdizioni

(Ippol.)


1603.


Il Vescovo di Bressanone Cristoforo rinnova la investitura del Pincernato ereditario al nobile cognato Ercole Barone di Thunn.

(Arch. di castello Thunn, dove si leggono più investiture spedite per ciò ai di Thunn)