Pagina:Memorie della Accademia delle Scienze di Torino, Tomo XXIX.djvu/435

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

metro sessagesimale 23

il che proverebbe che in vece della perpendicolare tra due paralelli avessero misurato un’obbliqua epporò più lunga. In ogni modo, a quell’antica scuola di astronomi rimane la lode suprema di una scoperta, di una invenzione e di un metodo; poichè scoprirono la sfericità della terra, trovarono il modo di conoscerne la circonferenza, e su tal cognizione stabilirono un compiuto sistema di misure.

22. Finirò per oggi con osservare che il metro egizio del nostro nuovo museo rende ragione per fino de’ settecento stadii dati da Eratostene a misura d’un grado, i quali pur tanto hanno tormentato e commentatori ed interpreti. Quelli erano stadii volgari di trecensessanta cubiti, e que’ settecento equivalevano per l’appunto, nella comune opinione, a secento stadii di trecensessanta metri sessagesimali. I due distinti elementi de’ due stadii son manifesti nel metro di Memfi.