Pagina:Memorie della Accademia delle Scienze di Torino, Tomo XXIX.djvu/548

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
132 monumenti geroglifici

di secoli areva resc venerahili e sacre. Qiiindi lo slcsso ordine tli siicccssione al Irono, lo slesso inclodo di inaugurazione ilei re, r adozione dcllc stcsse diviiiita, la conservazione delta stessa manicra di culto, e l’ uso pure di consacrare, coUa dedica di slalne, e coUa erezione di steli iie’ lempli, i prineipali avvcnimeiUi del regno, e la pubblica gratiludine, e riconoscenza; a tal <he in tanta oscurila dclle cose coucernenti la storia dell’ Egitlo sotlo i Faraoni, lo studio di quella meno oscura dei Lagidi, potra esscre utilmente studiata da chi, posto ormai sul limilare, tenta pure di scpiarciarle il velo e penelrarne l’ oscurita.

La scoperta e lettura dei cartelli reali scolpiti sul gruppo del re Oro mi giunse oppbrtuna. Per cssi mi fu dato di poter con giustezza e verita determinare la forma dei segni geroglifiri scolj)iii sul nostro metro Egizio, i quali per la cattiva loro configurazione uon potevano abbastanza distintamcnte venire riconosciuti-, ne queslo era piccolo ostacolo in cosa gii di per se stessa di non cosi facile inli-Uig(Miza. Giustissima fu l’ indicazione dell’ essere stato rilrovato a INlemfl, o meglio nelle tombe scavate nelle viscere della catena libica, nelle vicinanze di quella citla, in nn silo chiamato Sakkarali; giacche delle due leggende geroglifiche che corrono i due lati di csso, una non contiene senonclie i titoli delle divinita proteggitrici del Principe regnante, e la seconda e ima mera Icggeiida mortuaria, la quale termina col nome del dcfunto, a lato del quale venne ritrovato. Dope cio non e mio intendimcnto di parlare ne della natura delle raisure ivi figurate, e inolto meno d’ indagare sino a qual punto possano servire per la maten’atica od esatia determinazione di quelle d’ Egitto, e del loro rapporto colle nostre; che intorno ad esse scrissero non lia guari uomini doUissimi, e due elegantissime ed erudite lezioni detto pure sino dall’ anno scorso r eccellenlissimo nostro Presidente il Gonle Prospero Balbo. Risulta per esse, che il metro del Regio Musco si debba considerarc qual regolo di due dilfercnti misure Egizie, la prima ili ventiquallro digiti, e fu la comune dell’ Egitto, W ciilito t-cgio, I’altra