Pagina:Memorie storiche della città e del territorio di Trento.djvu/148

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
130 memorie storiche della città

Abbiamo accennato più sopra, che il Cardinal Cristoforo Madruzzo rassegnò in favore di Lodovico Madruzzo suo nipote il Vescovato di Trento; ma egli il rassegnò nominandolo soltanto suo Coadiutore ed Amministratore cum futura successione. Lodovico nacque in Trento l’anno 1532. Egli studiò insieme con Federico suo fratello prima nell’Università di Lovanio e poi di Parigi con tale profitto, che nella sola età di ventidue anni fu inviato dal Pontefice Pio IV. all’Imperator Ferdinando, ed alla Dieta de’ Principi dell’Impero convocata in Augusta, ov’egli recitò un’orazione funebre in lode del defunto Imperatore Carlo V. sì dotta, e sì elegante ed ornata, che meritò l’ammirazione di tutta quell’augusta Assemblea. Terminata la Dieta egli fu dall’Imperator Ferdinando inviato ambasciatore al Re di Francia per congratularsi con esso lui della vittoria, che aveva riportata contro gli eretici del suo regno e ribelli chiamati Ugonoti.

L’anno 1561 egli fu creato Cardinale, ma dopochè egli fu eletto Coadjutore ed Amministratore del Principato di Trento, e ne ebbe preso il possesso, una gravissima procella fu suscitata contro di lui, per cui si vide costretto a partirsi da Trento, ed a viver esule dal suo Stato in Roma per più anni. Il Serenissimo Arciduca d’Austria Ferdinando volle far rivivere contro Trento le antiche pretensioni de’ Conti del Tirolo, fondate so-