Pagina:Memorie storiche su la vita gli studj e le opere di Lionardo da Vinci.djvu/105

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
94 MEMORIE STORICHE

Vaprio Lionardo facesse soggiorno, n'abbiamo un argomento glorioso per lui, e pel suo ospite, cioè la già indicata immagine di mezza figura d'una Vergine su una parete »di stile gigantesco il più sublime, (per valermi dell'espressione del P. Dellavalle) e'l più morbido che veder si possa. Che bella treccia di capegli cade dal capo della Vergine! che bell'impasto di carnagione, che morbidezza! che contorni! Oh quì sì che ognun vedrebbe Correggio uscito dalla scuola del Vinci«1. La testa della Madonna è alta 6 palmi comuni, e quella del bambino è alta 4. Alcuni la dissero di Bramante, che certamente tanto non sapea fare. Gran danno ebbe tal pittura nel 1796, poichè i soldati accesero il fuoco presso quella parete, e parte ne annerirono; ma i due volti si sono sufficientemente conservati.

In questo stesso anno 1507 fece il re Lodovico la conquista di Genova, e sì ne fu contento, e sì n'andò glorioso, che venir volle in Lombardia a trionfarne. Descrive il Daprato la regal pompa che in Milano si vide con archi e carri ad imitazione de'romani trionfi; e più ancora ad imitazione della descritta festa nuziale del duca Gian Galeazzo e d'Isabella per la personificazione

  1. Supplem. alla Vita di Leonardo da Vinci. Vasari: Tom. v. p. 67.