Pagina:Memorie storiche su la vita gli studj e le opere di Lionardo da Vinci.djvu/185

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
174 MEMORIE STORICHE

no tutte raccolte le vecchie carte nelle quali parlasi della navigazione del fossato, e delle conche in esso costruite per ottenerla coll’alzamento e abbassamento alterno del livello delle acque. E ciò forse non sapremmo se gli archivj pubblici e i monastici, e le carte della nostra biblioteca non ci avessero conservate le memorie delle spese, e i ricorsi dati a chi reggea questo stato, e ai magistrati che giudicar doveano de’rispettivi diritti. In un libro esistente nell'archivio pubblico, detto del Castello perchè in esso custodiasi, intitolato = Dati et accepti = havvi un capo = Delle spese de’lavorerii ducali fatte da Delfino de’Giorgi tesoriere pe’medesimi nell’anno 1438 = In questo, non solo continuamente parlasi del naviglio nuovamente cominciato, detto ducale, a differenza del Tesinello detto grande (navigium magnum); ma trattasi de’sostegni che per far crescere e decrescer l’acqua serviano (pro faciendo crescere et descrescere aquam); e convien dire che nuovo fosse il modo di quel sostegno, perchè, prima d’eseguirlo nel naviglio, provaronlo in piccolo nel Redefossino, canale che costeggiava il giardino del castello. I medesimi sostegni adoperar voleansi nel canale allor nuovo di Bereguardo1; e questi vengono chiamati

  1. Pro experentia substineorum fiendorum in ducali navigio noviter constructo ab Habiate Belriguardum.