Pagina:Memorie storiche su la vita gli studj e le opere di Lionardo da Vinci.djvu/195

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
184 MEMORIE STORICHE

Per circondare con canale navigabile la città necessario era sottrarre dal canale istesso prima del suo ingresso, o da altri rivi tal quantità derivarne, che, dopo d'aver servito al castello presso porta Vercellina scorrendo, tendesse al meriggio: e abbiamo di Lionardo un disegno (Cod. Q. pag. 32) del Redefosso, o Rifosso com'egli lo chiama, da cui traggesi un canale largo due braccia, non certamente per se navigabile, ma tale da somministrare acqua che sostenuta con chiuse occupasse costantemente un più largo canale, siccome di fatto avvenir veggiamo anche oggidì fra'l castello e la conca di Viarena.

Conveniva in secondo luogo ristringere l'interno canale, e dalle 40 braccia fu ridotto alle 18; e perchè la già introdotta avesse meno a sentire la diminuzione delle acque, allor fu ch'egli propose di scavare a lato del naviglio le vene d'acqua da noi dette fontanili, che comuni ora sono fra noi, e mirabilmente servono alla irrigazione.

I sostegni che v'erano o troppo facilmente scomponeasi, o non abbastanza bene a ritenere, e a rilasciar l'acqua serviano; e Lionardo diessi in primo luogo ad osservare in essi tutti i diversi movimenti dell'acqua1, Non v'ha dubbio che Lio-

  1. Vedi sopra pag. 185.