Pagina:Michiel - Notizia d'opere di disegno, 1800.djvu/100

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

73

destra; con un aere bellissimo, con li occhi chinati in terra, con la carne bruna, come era peculiar all’artefice, con un Crocifisso piccolo in la man sinistra, con un dracone che gira attorno a lei in terra, ma sì discosto però da lei, che la si vede tutta insino alle piante, nè l’ombra pur del dracone la tocca, per essere el lume e lo veder alto, con una grotta da driedo che aiuta la figura a rilevarsi: & è opera in somma irreprensibile(128).

La testa del Cristo in maestà, delicata e finita quanto è possibile, fu de man de Zuan Bellino.

El soldato armato insino al cinto, ma senza celada, fu de man de Zorzi da Castelfranco.

Le due mezze figure che si assaltano furono de Tiziano.

El quadretto delli animali de chiaro e scuro fu de man de Iacometto.

La tela della Cena del nostro Signor a colla è opera Ponentina.

Li dui pezzi de razzo de seda e d’


oro,