Pagina:Michiel - Notizia d'opere di disegno, 1800.djvu/17

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

xiv

diritto veniva di goderne splendidamente.”

Coll’avervi poi nel secolo sedicesimo gettate profonde radici le belle arti, mercè appunto il favore de’ nostri, sempre pronto all’avanzamento di esse; di mano in mano ebbero qui campo di cospicuamente spiegare li maravigliosi loro talenti Giorgione, Tiziano, il Pordenone, Paolo, e il Tintoretto nella pittura; il Sansovino, Tullio Lombardo, il Vittoria, e Danese Cataneo nella scultura; Alessandro Leopardi e Vettore Gambello ne’ lavori di getto; siccome fecero a’ tempi medesimi Fra Giocondo, il Sansovino, Pietro e Tullio Lombardi, il Sammichieli, il Palladio, lo Scamozzio nell’architettura. Quindi belle e continue occasioni si avevano di aggiungere alle opere preziose degli


an-