Pagina:Misteri di polizia - Niceforo, 1890.djvu/197

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
184


Sardegna. — Caino, Tragedia in cinque atti.

Napoli. — De Arte Culinaria, opera di S. M. il Re Ferdinando II.

Roma. — Modo di raffinare i vini all’uso forestiero, opera di S. S. Papa Gregorio XVI.

Toscana. — Sul rasciugamento dei ranocchi, opera di S. A. il Granduca Leopoldo II.

Modena. — Istruzione ai Birri, opera di S. A. il Duca Francesco IV.

Parma. — Le lagrime d’una vedova, commedia in tre atti di S. A. la Duchessa Maria-Luisa, vedova di Napoleone il Grande.


Sempre nel 1842, e contro il prosciugamento della Maremma grossetana:

QUESTUA DELLA R. DEPOSITERIA.

Sovvienti della Depositeria:
     Mi fe’ Frullani, sfecemi Maremma:
     Salselo Cempini, ed il Manetti pria
     Che d’oro m’han spogliato e d’ogni gemma.1


Contro il cav. Ferdinando Tartini, sopraintendente delle Comunità:

(Dopo la Pasqua del 1843).

Il nostro cristianissimo Sovrano
     L’empio Tartini volle a mensa piena
     Nel santo giovedì per ciambellano:
     Così ad imitazion del Redentore
     Ai sudditi mostrò che la gran cena
     Gli piacque consumar col traditore.

  1. Il Frullani e il Cempini, ministri delle Finanze del Granducato; il Manetti, celebre idraulico.