Pagina:Monete e medaglie degli Spinola.djvu/107

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

85

caesarea, duce . L’esemplare da me descritto ha il diametro di 25 millimetri.

N. V. Quello che ho collocato al n. 4 della tavola III è tolto dall’Ordonnance già citata, pag. 86. La Biblioteca della R. Università di Genova da poco tempo possiede l’impressione in gesso dell’esemplare, che ne ha il Museo del Louvre. Ha nel diritto il solito bragone coll’iscrizione agv . spi . com . pala. mentre quello dell’Ordonnance ha invece: agvs . spinv . com . pal. Al rovescio vedesi l’arma imperiale coll’epigrafe virtvte . caesarea . dvce. Qualche lettera è logora nell’esemplare del Louvre, come p. e. la r di virtute. Esso ha il diametro di 25 millimetri. Nella Raccolta del signor March. Trivulzio in Milano esiste uno zecchino uguale a questo del Louvre, ed io n’ebbi la fotografia dalla gentilezza del sig. Conte Carlo Taverna dotto numismatico, quanto garbato signore. Ha il diametro di 25 millimetri e pesa gr. 3,350.


La Tariffa d’Anversa del 1627 ha i tipi di due ducati, zecchini o ongari di Agostino Spinola calcolati alla bontà di carati 23 sotto il titolo di Ducats du Comte de Tassarolli. Il secondo di essi porta il 1601. Io non posseggo questa tariffa, e ricavo tale notizia dai Manoscritti del Viani, che ho gia citati.

Il Saraceno nel Corso delle Monete, ecc, pag. 147, parla del ducato di Tassarolo, di denari 2, 16, e della bonta di carati 23 1/8 sebbene per errore di stampa vi si legga 13 1/8.

N. VI. Bella moneta e della massima rarità è quella che trovasi incisa nella tavola II, n. 1, ed ha il peso ed il valore del pezzo da cinque doppie della zecca di Genova e diametro di 41 millimetri. Come ognun sa tali monete erano indizio di grandezza e ricchezza di colui che ne