Pagina:Monete e medaglie degli Spinola.djvu/128

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
106

* spes * non * confvndit * lo contornia. Anche logore sono le lettere confvn. Di sotto ha l’anno * 1639 * Il Santo pare S. Giorgio. L’esemplare del Museo Imperiale di Vienna ha * * due stellette sotto il busto, e veggonsi anche in quello del Conte Montenuovo; mancano a questo della R. Università, ed all’altro della Biblioteca del Re in Torino, ch’essendo meglio conservato ha il peso di grammi 31,500.

N. XXXIV. La moneta che segue è la metà della precedente, rara assai. Ha il diametro di millimetri 35. Esiste nella copiosa collezione del Conte Montenuovo gia lodato, ed è descritta nel Catalogo di Welzl al numero 2715, e dal Madai al num. 2067. Non differisce per nulla nel conio dallo scudo o ducato già descritto.

Il sig. Avv. Gaetano Avignone, già più volte ricordato, nella sua ricca Collezione ha un disegno di questo mezzo scudo. Il conio è perfettamente uguale ma alquanto diversa è l’epigrafe leggendovisi com invece di comes.

N. XXXV. Neppur da esso dissimile è quello che segue al num. 4, ma diverso è l’anno cui appartiene 1640. L’esemplare della Regia Università ha il diametro di millimetri 42, il peso di grammi 31,500, e l’argento è del titolo 900. Il mezzo busto del conte è uguale al già descritto del 1639. L’iscrizione è cosi disposta al diritto * philippvs + spin * comes * tass * Due rosette simili sono sotto il busto del Conte. Nel rovescio vi è S. Giorgio nella guisa stessa che nell’altro del 1639, ma è assai più conservato. Spicca in particolar modo il largo manto che il Santo agita innalzando l’asta, e che gli cuopre tutta la gamba destra. L’iscrizione è : * non * confvndit * E sotto * 1640 *