Pagina:Muratori-Cristianesimo Felice-vol 1-1752.djvu/134

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Del Paraguai. 123

• Dee Paraguai, t%3 felpati, é più rìcini al Baldacchino marciano i CaciqUi, i Capitani, e i principali de/ Luogo ; Dietro ai Saptiflìmo viene coti doppieri in inai¬ no immediatamente il Magiftrato, comporto dèi Regio Correttore, dé gli Alcaldi, cioè Giudici, de’Fifcali della'.dottrina , Proccuratpri del Popo¬ lo , Prefidenti degl’ Infermi, Maftri * di Campo , Sergente Maggiore, ed altri Mìniftri , q civili o militari, che-attendono al buon regolamento della Repubblica. Alla maniera de gli Uomini fegurtano finalménte le Donne ; e tntta quell» gran moltitudine va con tal’ordine , modeftia» e fileqzio, che non y’è perfona, la quale ardi? fca di zittire, e far’azione, che non. convenga davanti a Gesù facramentato. Affinchè poi mag¬ giormente fi oflervi una tal tqmpoftezza , foù diftribuiti per la Próccffiope alcuni Zelatori più venerabili, ufizio de*quali è il fare , che niunO manchi alla divozione e decenza di funzione si Janta. Sogliono anche precedere òlla Croce Par¬ rocchiale alcune Compagnie di faldati colle lo¬ ro Infegne, tamburi-, e focili, che a certi pofti tanno la falva al Venerabile . Data in fine là Benedizione al Popolose terminata la funzione, vanno alcuni Deputati fedeliffimi a raccogliere, qtaanto di comeftibile adornava gli Archi e le pareti; e fattane una gran mafia, ftanno àfpet- tando il Mifiionario, il quale ne manda poi il meglio a 1 malati e bifognoli ; e col rimanente rimunera a proporzione chi ha più faticato in onore della Fella. Così trionfa^ Iddìo in mézzo a quelle Nazioni, dove in addietro nè pur fifa- peva, che Dio vi fofie, E proccprandofi,' che v’ intervengano ancora de ì Barbari, Infedeli , fe' fon vicini, talun d’erti vinto da sì divoto fpet- tacolofi rènde alle interne chiamate di Dio.-