Pagina:Naunia descritta viaggiatore.djvu/48

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

málo, villa discosta da Revò forse dieci minuti, e di quivi potrà fissare lo sguardo in un bellissimo e larghissimo anfiteatro formato dalle terre delle parrocchie di Cloz, Arsio, Castelfondo, Dambel, Sarnonico e Fondo, e terminato da folte selve e spaziose in semicerchio disposte: ivi ei potrà dilatare l’anima sua, ed assumere idee convenienti alla maestà della scena. La valle formata dal fiumicello non vedesi che per piccolo tratto; mirasi invece in mezzo a vaste campagne non coperte di viti o di gelsi un numero prodigioso di ville e castella, che in bell’ordine quasi ad arte locate arrecano al riguardante meraviglia e diletto. Quanto è mai pittoresco l’aspetto del castello Vasio de’ conti d’Arsio, e di quelli di Vigna e Castelfondo dei conti Thunn!

Ma vien meco, o forestiere, che io ti vo’ condurre adesso a vedere un paese da che finora percorresti assai differente. Valichiamo la Novella, e saliamo piano piano la