Pagina:Naunia descritta viaggiatore.djvu/94

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

sorte; e finalmente che per rendere un paese felice conviene farvi delle strade larghe, sicure, comode e brevi quanto si può, e tenerle sempre in buono stato; quando, io dicea, i miei compatrioti intenderanno bene tutto questo, oso affermare che in breve tempo la Naunia godrà una maggiore prosperità, e sarà sempre più degna di essere visitata. E qui viene a proposito di esprimere il desiderio che in Trento, così gentile e ben diretta città, fosse creata, sull’esempio di tante altre di Italia, una Società agraria che guidasse opportunamente il proprietario e il coltivatore non pur della Naunia, ma dell’intera Provincia italiana alla ricerca di ciò ch’è suggerito dal suo vero interesse. È facile il comprendere come sarebbe promossa la prosperità territoriale da una tale istituzione, e quale incremento ne riceverebbe l’industria presso un popolo già tanto industrioso di sua natura.

Ma per ritornare alla Naunia, se la strada commerciale e militare che la Maestà del-