Pagina:Neera - Anima sola.djvu/33

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

anima sola 25


Abbiamo discusso, almeno voi discuteste, questo subito passaggio, questa apostasia di vent’anni di chiostro, suscitata dall’improvviso ritorno di voci, di squilli, da tutto un tumulto d’armi e di uomini per cui ella si getta nelle braccia degli invasori con quel grido: oh! mia patria! che voi trovaste volgare, che a me invece sembra così profondo per tutto ciò che contiene di simbolo.

Sì, fu sotto gli alberi di Villa Borghese, nel tramonto splendido del cielo di Roma che voi, straniero, mi diceste di non comprendere quella invocazione alla patria.

Io pensai subito che dovete sempre essere stato molto felice, e guardai minutamente la forma eletta del vostro cranio, la vostra fronte sulla quale otto o dieci generazioni di intelligenti hanno