Pagina:Neera - Conchiglie, Roma, Voghera, 1905.djvu/29

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

un giorno di nozze 29


— Buon pro’ ti faccia.

— È tanto una brava persona.

— Ih! Ih!

— Gentile colla povera gente.

— Ih! Ih! Zampe di velluto e artigli di ferro, come i gatti.

— No, Rico, ti assicuro. Egli ha fatto del bene alla mia famiglia quando si trovava in condizioni diverse, povero signor Cesarino! Chi avrebbe immaginato che si sarebbe ridotto a fare l’impiegato... È da poco tempo che lo so.

— Sta a vedere che lo compiangi adesso perchè ha una poltrona sotto al sedere e una valvola da aprire e chiudere a suo piacimento Lavoriamo noi, lavori anche lui. È forse fatto di un’altra