Pagina:Neera - Conchiglie, Roma, Voghera, 1905.djvu/51

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

un giorno di nozze 51


scherato dagli ombrelli e sparve nell’androne di una osteria dove lo sguardo del signor Cesarino lo seguì a lungo carico di nostalgia e di tristezza.

La lunga Francesca aveva finalmente avuta la soddisfazione di vedere sua figlia in carrozza col velo bianco appuntato da un ramoscello di fiori d’arancio; ma non era poi andata ad accompagnarla in chiesa perchè si trovava troppo mal vestita e un po’ anche perchè avendo litigato tutta la mattina a proposito delle spese fatte le si era voltato l’umore di roseo in nero. Andavano dunque gli sposi colla madrina, il vec-