Pagina:Neera - Il secolo galante, Milano, 1906.djvu/35

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

introduzione 29

argine poteva opporre la sua onesta rudezza di donna brutta e trascurata alle seduzioni di tutte quelle dame, agli esempi di amici come Richelieu e di precettori come Dubois, del quale si diceva: « c'est du bois dont on fait ls cuistres? » Vi è nelle cronache della Reggenza il racconto di un capriccio di Filippo d'Orléans per una povera fanciulla, alla quale si fece egli stesso credere povero per meglio adescarla, che potrebbe bene avere ispirato a Victor Hugo la prima idea del dramma Le roi s'umuse.

Attraente tuttavia, in mezzo ai disordini della sua vita, questo principe nato dal più assurdo connubio eppure bello e intelligente come un figlio dell'amore. Suo padre, fratello di Luigi XIV, era quell'effeminato Monsieur che portava veli e gioielli al pari di una donna, che passava le giornate coi suoi mignons a profumarsi ed a guardarsi nello specchio e che avendo sposato in prime nozze la leggiadra Enrichetta d'Inghilterra si mostrava geloso, non delle passioni che ella poteva ispirare, ma del successo delle sue acconciature. E dopo che Bousset dal pergamo, ebbe annunciata l'improvvisa