Pagina:Neera - L'amor platonico, Pierro, 1897.djvu/79

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


e gli scrisse e ne ottenne una risposta che, vergata nella elegante aristocratica calligrafia dell’autore di Graziella, le recò i dolci e malinconici rimpianti del vegliardo. Nè la relazione platonica fini, che anzi la fanciulla vi profuse il meglio dei suoi sentimenti, confortando con una vampa d’amore gli ultimi giorni del poeta che d’amore aveva cantato così soavemente ed a cui dall’Italia, che gli aveva ispirato il suo primo palpito, doveva sorridere ancora il suo ultimo sogno. Il poeta morì, la fanciulla si accasò, ma al primo figlio che ebbe pose nome Alfonso,