Pagina:Neera - L'indomani.djvu/120

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 109 —


Marta si sentiva la voglia di abbracciarla, e lo avrebbe fatto se il movente di quella sensazione fosse stato solamente la bontà; ma si accorse che in una leggera sfumatura di bontà, il suo cuore tripudiava, sollevato dai propri mali, ed ebbe vergogna di mostrare una sensibilità che in fondo non era altro che egoismo. Ripromettendosi di compensare altrimenti le modeste virtù di Appollonia, si abbandonò per il momento al piacere che le dava quella specie di autobiografia, dove la sua anima sitibonda di ideale, trovava un pascolo inaspettato.

— E hai continuato in tal modo fino...

— Sempre, fin che visse mio padre.

— Lo amavi molto tuo padre?

— Sì; è dovere.

— Ma non si ama solamente ciò che è dovere — insinuò Marta.

— Si ama ciò che si deve amare — rispose Appollonia, candidamente.

— Era buono almeno tuo padre?

— Sì, come uomo.