Pagina:Neera - L'indomani.djvu/173

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 162 —


— Mia moglie non vuol sentir parlare del suo stato, — soggiunse Alberto sorridendo — non ci è ancora avvezza. Lei porrebbe darle qualche lezione, signora Merelli!

— Buon Dio! — esclamò la prolifica signora giungendo le mani. — Sono uscita ieri di puerperio. Ma lei sta proprio bene, carina, nevvero che sta bene? Nausee, al mattino, non ne ha?

— Un poco, quasi nulla, — rispose Marta, seguendo collo sguardo suo marito che si allontanava.

— Sarà un maschio allora. E bruciori di stomaco?

— No.

— Segno che non avrà capelli.

— Non avrà capelli?

— Nascendo, s’intende. De’ miei figli, solo la Pina e l’Adelina erano calve; gli altri vennero al mondo pelosi come Esaù. Ma che bruciori di stomaco, le dico!... Del resto è fortunata in tutto; non si accorge nemmeno... parola d’onore; sembra una bimba.