Pagina:Neera - L'indomani.djvu/84

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 73 —


— Sì, sì — fece egli col tono di chi vuole acchetare un bambino riottoso.

In quella entrarono Merelli e il dottorone.

— Che bell’incontro!

Il volto di Alberto raggiò:

— Nido di tortore! — esclamò il dottore. — Fortunato mortale cui è dato abbellire la propria casa con la presenza di una donna! oh la donna!


Tu che con ali d'angelo
Scendi alla nostra vita
E dentro gli occhi hai lacrime
E rose infra le dita...


Marta osservò, meravigliatissima, che gli occhi del dottore avevano i lucciconi.

Il farmacista accese la lucerna e fece sedere i suoi ospiti intorno al tavolino.

— Bel tempo — disse Merelli — il grano turco cresce a vista, l’uva è una meraviglia.

Soggiunse il dottore:

— Ho comperato oggi una razza di tacchini