Pagina:Neera - La Regaldina, Madella, 1914.djvu/37

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 33 —


E tacquero entrambe aspettando.

La pioggia continuava a cadere lenta, monotona neiromhra della corte; la stanzetta era quasi buia e il profilo delle due donne sedute sul divano bigio, ritte ed immobili, pareva quello di due statue.

Il cucù, addossato al muro come un lungo fantasma nero, continuava a fare tic tac, tic tac, tic tac.