Pagina:Neera - La freccia del parto ed altre novelle.djvu/169

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la freccia del parto 161


— Per ajutarti, per sollevarti, che so io! Deve essere molto penoso il curare gli ammalati!

— No, non è penoso. La cameriera non mi gioverebbe affatto. Se mi occorre chiamerò.

— Come vuoi! Eccoti cinta di tutte le aureole!

Su questa frase discretamente sarcastica, Olimpia si allontanò tossicchiando.

Dopo pranzo venne ancora il dottore. L’ammalata giaceva in uno stato di letargo; non capiva quello che le si diceva, non conosceva nessuno, neppure Costanza; non si lagnava più.

Le rinnovarono la fasciatura della mano, e poi il dottore propose di chiedere un consulto al medico alienista che l’aveva curata nello stabilimento