Pagina:Neera - La freccia del parto ed altre novelle.djvu/178

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
170 la freccia del parto


di avvicinarsi alla dottoressa e, forte della sua esperienza di mamma, susurrarle all’orecchio:

— Rizzio, mia cara signora, è uno di quegli uomini pericolosi.... voi m’intendete! (uno sguardo intelligente fu scambiato fra le due matrone). — Uno di quegli uomini che lusingano, che seducono, che adescano senza promettere mai nulla.... voi m’intendete! Uomini immorali, dissoluti, via!.... Non gli darei le mie figlie se me le pagasse un milione per capello.

— Rinuncia magnanima! — sibilò Olimpia.

In quel momento entrò Costanza. Veniva a dare la buona notte alla compagnia prima di ritirarsi. Poichè Rizzio vegliava la moglie, ella si era fatto