Pagina:Neera - La freccia del parto ed altre novelle.djvu/190

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
182 la freccia del parto


alla gola; ma anche voi, anche voi avete sussultato al suono della mia voce; anche a voi la commozione rompeva la parola. Costanza, io sono vostro e voi siete mia!

Ella si sentiva morire, di una morte soavissima che le toglieva le sensazioni dolorose della vita per sprofondarla in un gaudio di paradiso.

Ella non poteva parlare.

— Oh! dimmi una parola sola. Mi perdoni?

— Sì.

— Mi ami?

— Sì.

— Sarai mia?

— Sì.

Costanza aveva perdonato.