Pagina:Neera - La freccia del parto ed altre novelle.djvu/211

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

le tre rose 203


una scopa in mano e delle ragnatele in capo.

— Signor Marcello, signor Marcello....

— Rispettabile matrona, mi lasci terminare questa barba e sono da lei; i bottoni li voglio più piccoli....

— Non è per i bottoni, signor Marcello; c’è abbasso un signore, credo bene un pezzo grosso. Vorrei sbagliarmi, ma è il camerlengo di qualche Eminenza.

— E perchè vorrebbe sbagliarsi? — disse Marcello sciogliendo un po’ di sapone nella catinella. — Non posso io ricevere il camerlengo di una Eminenza? E forse monsignor Durazzo che vuol farsi ritrattare e viene da me perchè sa che non riesco nelle somiglianze; spera di sembrare meno brutto.