Pagina:Neera - La freccia del parto ed altre novelle.djvu/50

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
42 la freccia del parto


valanga di altri pensieri. E per questo che, mentre dava un punto a una delle balze del suo vestito nero, ella pensava, primo: se per fare lo spezzatino di pollo alla genovese occorre la cipolla sì o no; s’era impegnata di dirlo a Matazzi; secondo: perchè Fantasio, il simpatico Fantasio di Fanfulla, non scriveva più nulla o quasi; terzo: quanti metri occorrono per fare una spolverina da viaggio, ammesso che la stoffa abbia l’altezza di novanta centimetri. E non sembrandole ancora che questi pensieri fossero sufficienti a scacciare il suo unico pensiero, si pose a cantarellare la Marcia del Re; ma per una inesplicabile analogia, si accorse di scivolare nei motivi del Ballo in Maschera.

Allora Costanza scosse delicatamente