Pagina:Neera - La freccia del parto ed altre novelle.djvu/67

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

la freccia del parto 59



Le mal dont j’ai souffert s’est enfui comme un rêve.
Je n’en puis comparer le lontain souvenir
Qu’à ces brouillards légers que l’aurore soulève
Et qu’avec la rosée on voit s’évanouir.


Un’amarezza straordinaria le impedì di continuare, la fronte le cadde sulle pagine aperte e....

— Eccomi qui.... — disse una voce accanto alla finestra del giardino.

— Rizzio!

Fu un’estasi: ella non si curava nep pur di nasconderlo. Si strinsero le mani con una gioja infinita, sedettero sul divano guardandosi negli occhi, tremando; per alcuni minuti nessuno dei due parlò, finalmente Costanza gli chiese da qual parte era entrato.

— Potrei dirvi che ho adoperato una scala di seta come Romeo, ma il fatto