Pagina:Neera - La sottana del Diavolo, Milano, Treves, 1912.djvu/155

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

il filtro 149


nube all'orizzonte, nessun pretesto neppure lontano alla maldicenza; ebbene? - dicevano le amiche - perchè non si potrebbe essere bella, allegra e buona moglie insieme? Attiva, piena di zelo, Margheritina si occupava non solo delle proprie domestiche faccende, ma dove le era possibile non si rifiutava mai di dare aiuto a sani e ad ammalati. Colla scusa poi che era senza figliuoli tutti si ingegnavano ad appioppargliene qualcuno, sia per battesimo o per cresima, sia per cullarli o portarli a spasso, o sorvegliarli nei compiti o far loro qualche predicuzza che uscita da quei labbri corallini atteggiati invano a severità, se non convertiva proprio i peccatori, glie ne ribadiva le simpatie ed allargava sempre più la riconoscenza di babbi e mamme. Fu per questo che ella non si sorprese affatto quando una lontana parente le scrisse annunciandole l'arrivo di un suo figliuolo a scopo di compire gli studii per la carriera navale, pregandola di cercargli una buona pensione dove potesse trovarsi come in famiglia. Senza por tempo in mezzo, perchè gli interessati avevano premura, Margheritina rispose alla parente: "Manda pure tuo figlio, lo terrò in casa mia e gli farò da mamma". Poi scrisse a suo marito che si trovava in