Pagina:Neera - Novelle gaje, Milano, Brigola, 1879.djvu/213

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


BENIAMINO.


15. Perciò io ho lodato l’allegrezza,
conciossiachè l’uomo non abbia
altro bene sotto il sole.


Ecclesiaste, capo viii.



Antignate e Verdello se sapessero che io scrivo questa veridica storia, si disputerebbero l’onore di aver dato i natali a Beniamino, e forse la belligera Treviglio si appresterebbe a sostenere una guerra per dimostrare, che Beniamino è nato all’ombra protettrice della sua gatta.

«Nota: La leggenda di questa gatta è antichissima, e dice che per causa di una gatta di marmo (perchè non un gatto?) i Trevigliesi e i Caravaggini ebbero a sostenere lunghe e sanguinose lotte, che finirono colla completa vittoria dei primi. A trofeo imperituro di una tanta conquista si vede anche oggi sulla piazza di Treviglio un bassorilievo, che rap-