Pagina:Negri - Orazioni, Treves, Milano, 1918.djvu/177

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Roberto Sarfatti e i divini fanciulli 171


Non un raggio di quelle essenze astrali andrà disperso.

In nome del passato, che è grandezza e rimembranza.

Del presente, che è grandezza e dolore.

Del futuro, che sarà grandezza ed amore: in vasta pace vastissimo amore, che solo ha smarrita ma non perduta la via del cuore degli uomini.

Ottobre del 1918.