Pagina:NicodemusTessin dy dagbok 1688.djvu/118

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

A. Palladio Architetto Vicentino

Hà fatto la fabrica della Communità molto lodata con dui portici di componimento Dorico, poi il palazzo molto bello del Conte Ottavio di Vieri, un altro del Conte Gioseffo di Porto, sommamente superbi tutti doi; fabricò anche un’altro palazzo al Conte Valerio Covicatto; un altro à i Conti di Valmorana; sopra la piazza volgarmente detta l’Isola ha fatto un altra molto magnifica fabrica al Sig:r Valerio Chiraggiolo. Frà le ville che ha fabricato, sono Pugliano al Sig:r Bonifacio Pugliana; al finale la fabrica per M. Biaggio Saraceni; a Bagnolo al Sig:r Vittori Pisani. Presso Vicenza nella villa di Lisiera al Sig:r Francesco Valmorana. A Meledo al Conte Fra: Trissino. A Campiglia al Sig:r Mario Ropetta il palazzo più presto Reggio che Signorile. A Lunede un altro per il Sig:r Girolamo de Godi. A Ugurano al Conte Giacomo Angarano. Á Quinto un altro palazzo al Conte Marcantonio Tiene. In somma ha tante grandissime e belle fabriche fatto il Palladio dentro e fuori di Vivenza, che quando non vi fussero altre, possono bastare à far'una citta honoratissima, ed un bellissimo contado. In Venetia ha fatto molte fabriche, come il Monasterio della Carità, ad imitatione delle case, che sollevano fare gli antichi: hà anche fabricato à S. Giorgio maggiore dell'opere stupende; ha fatto la facciata della Chiesa di S: Fran-