Pagina:NicodemusTessin dy dagbok 1688.djvu/136

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Francesco Fiammingo Scultore

Nacque a Brusselles l'anno 1594, ove gli suoi primi lavori sono la statua della Giustitia sopra la porta della nuova fabrica della Cancelleria della città, due angeli nel Frontespicio della Chiesa del Giesù, e due altre statue la Giustitia e la verità per la casa publica di Hal. L'Arciduca Alberto lo mandò à studiar à Roma, con pensione, ove habitò insieme col Ruffino, modellò il Laoconte, e'l torso dell'Ercole in Belvedere. Fecè il studio de putti appresso il Titiano, nel quale ha riuscito più c'ogni altro. Figurò l'amor divino, ch'abbate l'amor profano etc. Fecè un bellissimo modello di Sileno, dormiente ubbriaco alla bocca di un antro, si vede nel celebre studio del Comendator Cassiano del Pozzo. Consumò le fatiche di molti anni nella bellissima statua di S. Susanna, nella Chiesa della Madonna di Loreto alla Colonna Trayana. Poi s'impiegò nella bellissima statua di S. Andrea, à S. Pietro, colosso alto 22 palmi, e nè hebbe 5000 scudi. Nella chiesa dell'anima diede compimento alli due depositi murati di quà e di là in due pilastri, l'uno è di Ferdinando Vanden, Gentilhuomo d'Anversa, l'altro di Hadriano della famiglia Vriburgense d'Alemaria, ove il puttino all'uno, che tiene la testa mesta, e nella mano l'huorivolo della morte, è tenuto il più bel puttino, che mai

habbia