Pagina:Nietzsche - La Nascita della Tragedia.djvu/141

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

il giusto e l’ingiusto 89


l’Atlante di tutti i singoli e di portarli sull’ampio dorso sempre più in alto e sempre più lontano, costituisce il punto comune tra il genio prometeico e il dionisiaco. Per tale riguardo il Prometeo eschileo è una maschera dionisiaca, laddove, per le tendenze sopra menzionate alla giustizia, Eschilo all’occhio intelligente tradisce la sua discendenza paterna da Apollo, il dio dell’individuazione e dei termini della giustizia. Talché la duplice essenza del Prometeo eschileo, la sua natura dionisiaca insieme e apollinea potrebbe tradursi in una forinola compendiosa cosi: «Tutto ciò che esiste è giusto e ingiusto, e come giusto e come ingiusto è egualmente giustificato».

Tale è il tuo mondo, ossia un mondo!