Pagina:Notizia della vita e delle opere di Francesco Bracciolini Barbi, 1897.djvu/13

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



I

Quattro poemi epici, un poema eroicomico, tre tragedie, altrettanti drammi, un volume di liriche, e altre minori cose in verso e in prosa lasciava impresse alla sua morte Frane8co Bracciolini dell’Api da Pistoia; e parecchi altri poemi e poemetti e drammi e componimenti di vario genere rimanevano inediti, alcuni de’ quali videro poi col tempo la Inee. E alla sua favola pastorale L’Amoroso Sdegno ai dava lode, anche un Becolo dopo, d’esser pari B.VAmìnfa e al Pastor fido; YEvandro fa giudicato una delle migliori tragedie del Seicento; alla Croce racquistata non mancò chi asaegnaese il terzo posto dopo il Furioso e la Gerusalemme; e lo Scherno degli Dei valse a contrastare il primato cosi di tempo come di merito alla Secchia rapita. Ma, ancor vivente l’autore, non mancava ehi «censorio anpercilio, omnia eius opera, ac praescntìm heroica, adhnnco, ut dicitur, naso snspenderet; quod diceret, omnia in eia esse deterrima, iamqnc contigisse, nt antea illa fato sno fungerentnr, qnam ipsum vita deficeret». ’ E se quest’ultima cosa era allora falsa, col tempo quelle opere > Ebitreo, Phiilarotlteca, HI, 177.