Pagina:Notizie del bello, dell'antico, e del curioso della città di Napoli.djvu/312

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 312 —

nelle pubbliche funzioni l’antica loro dalmuzia su la cotta, e questi assistono alli Canonici, ed agli Eddomadarii quando celebrano. Vi è il Seminario, il quale ne’ giorni festivi assiste nel coro con le cotte. Questo vien composto da ottanta chierici tra alunni e convittori; vestono sottana di

              Masseria della Sapienza, che sta a sinistra.
         Masseria Biancoletta a dritta. Queste due masserie fissano il confine del circondario per la parte dello Scodillo.
         La parte superiore della Strada nuova di Capodimonte fino al ponte
    di Miano.
         La parte della Strada nuova di Capodimonte, a contarsi dal sito dove terminano le file degli alberi che si appella largo della Grotta.
         La via Vecchia, salendo da Napoli, comincia dal luogo detto le due brecce, e continua per la salita Presepe, e strada S. Antonio a Capodimonte.
         Strada Moiarello sino al podere degli eredi Cotugno.
         L’intera strada nuova de’ Ponti Rossi, ed archi di questi ponti con tutte le masserie, casini e ville.
         L’arena termina alla cappella detta del Cavone di Miano, e S,
    Maria de’ Monti,

    Vicaria


         Strada Monteverginella alle Paludi.
         Strada Arenaccia Casa nuova.
         Tutte le paludi di Poggio Reale.
         Strada Poggio Reale.
         Via vecchia Poggio Reale.
         Trivio al Campo Santo.
         Strada Fontanelle al Campo Santo.
         Strada del Trucco.
         Strada Piazzotta.
         Strada Madonna del Pianto.
         Strada Ottocalli alla dritta.
         Cupa Ss. Severino e Sossio.