Pagina:Notizie storiche e statistiche intorno alla biblioteca Forteguerri di Pistoia.djvu/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Fondazione della Biblioteca Forteguerri


La Biblioteca Comunale di Pistoia, che oggi ha il nome di Biblioteca Forteguerri si chiamò anteriormente Biblioteca del Collegio Forteguerri, ed in origine Libreria della Sapienza.

La fondazione della Forteguerriana si può dire che risalga al 1473. In quell’anno il Consiglio generale del Popolo della città di Pistoia, alla quale il Cardinale Niccolò Forteguerri donava una conspicua parte del suo patrimonio, stabiliva di cumulare insieme con questo i beni di cinque antichi Ospizi dei Pellegrini, e di erogarne le rendite per la pubblica istruzione, fondando uno Studio, che fu nominato da prima Pia Casa di Sapienza, poi Collegio Forteguerri, ed ora R. Liceo Forteguerri. Senonchè, per quanto riguarda la Biblioteca, è da notare che fino dal 1458 il Canonico Sozomeno lasciava al Comune la sua Libreria; la quale rimase giacente nel Palazzo di Giano fino al 1553, quando fu provveduto che fosse portata nella Pia Casa di Sapienza, e riunita con i libri del benemerito Cardinale.


Ampliamento della supellettile e del locale


Coll’andar del tempo la Forteguerriana s’ampliò considerevolmente per lasciti e donazioni di generosi cittadini, nonchè per l’ultima soppressione delle Corporazioni religiose: e così entrarono nella Biblioteca