Pagina:Nova polemica.djvu/84

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
56 prologo.

E poichè sono col Fortis, ci sto.

Una donna di mala vita fu macellata e sparata da un beccaio in Milano. Ed ecco il Fortis che nella Illustrazione reputa responsabili dell’atroce beccheria, immaginate chi? Il realismo ed il borghesismo! È proprio il caso di ricantare:

        Je ne suis pas notaire,
        C’est la faute à Voltaire.
        Je suis petit oiseau,
        C’est la faute à Rousseau!

Tali accuse furon già fatte agli enciclopedisti ed ai romantici. Oggi le si fanno ai veristi. Ah, ma dunque il beccaio era realista e borghese? Leggeva dunque questi maledetti elzeviri? Povero me, che credevo di essere un buon avventore pel mio beccaio ed invece m’accorgo che il beccaio è il mio miglior avventore!

Leggo in un giornale milanese ― « Cronaca nera. Ieri furono eseguiti sei arresti: due per ubbriachezza, uno per contravvenzione all’ammonizione, due per rapina ed uno in persona di una donna per infrazione ai regolamenti di sanità pubblica ». Questi son dunque tutti veristi? Quanti ne arrestarono