Pagina:Nuovi studi sulla giuntina di rime antiche Debenedetti, 1912.djvu/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search



PREFAZIONE





Questo saggio fu primamente pubblicato nel Giornale storico L, 1907, p. 281 sgg. In séguito, esaminandolo qua e là, m’avvenne di modificarlo, spesso nella forma, talora nella sostanza. Ma le tesi che sostenevo rimangono immutate. Anzi posso dire con certezza, che mentre non iscoprivo alcuna forte obiezione contro di esse, le nuove considerazioni e i nuovi fatti raccolti venivano a confermarle sempre più.

Come è noto, la Giuntina contiene molti testi, che non compaiono nelle antiche sillogi di rime, e più di un nome di poeta per altra via parimente sconosciuto.

La lotta s’impegnò intorno a Dante da Maiano.

Parve sospetto il nome, parvero apocrife le rime: buone ricerche archivistiche e un diligente studio della lingua dimostrarono falsi e l'uno e l'altro apprezzamento.

Ma paghi di questo successo parziale, gli eru-