Pagina:Ojetti - Alla scoperta dei letterati.djvu/174

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
156 giovanni marradi

gli e anche potrà terminare con un aborto, le influenze straniere hanno un potere straordinario: guardate due ottimi tra gli scrittori nostri, Gabriele d’Annunzio e Matilde Serao che sono in balía del primo soffio potente che dal di fuori venga a dirigerli.

— E il teatro?

— Del teatro poi non mi parlate. Come forma d’arte rudimentale e inferiore, risente meglio di questa incertezza nebulosa, e in Italia è miserrimo. Non eccettuo nessuno.

— Non vi pare che un qualche pensiero di vita viva, una qualche preoccupazione delle passioni che commuovono il pubblico, potrebbe giovare all’arte?

— Socialismo? Nell’arte? Mai.1 Guardate in pochi anni che cosa è avvenuto degli scrittori patriottici di questo stesso secolo, dal Niccolini al Guerrazzi che appena qui a Livorno ancóra si nomina una volta all’anno. La tesi politica o — come ora si

  1. Il volume Ballate moderne è escito nel gennaio del 1895.