Pagina:Ojetti - Mio figlio ferroviere.djvu/198

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Lei sa cos’è il ciurlo? No? E il nodo? Nemmeno? Il ciurlo è il girotondo che la danzatrice fa della sua persona sopra un solo piede. E il nodo è quel giro o quei giri che essa fa sulla punta dei piedi senza cambiare posto. Ebbene un ciurlo o un nodo costano a un essere umano più privazioni e più sacrifici che a molti di questi santi.... — Onorevole.... — Lei è un borghese, lo vedo, incorreggibile. E tornò alla sua amica e le mise gentilmente una mano intorno alla vita per contemplare con lei la statua di Sant’Elena che dall’opposto finestrone il sole dorava con un fascio di raggi come un riflettore. Ma Flora abbattè d’un colpo secco quella mano audace: — Siamo in chiesa, Micio. Da quel momento tutta la mia sapienza di cicerone fu vana. Leda finita la sua preghiera, s’era riaccostata a noi, ma non parlava nè ascoltava più, rapita in estasi. Flora che non aveva sulle prime osato genuflettersi accanto alla sua amica, adesso inquieta cercava di riparare all’omissione con qualche altro gesto o rito di compunta religione. E vedute due donne del popolo avvicinarsi al piede di San Pietro e baciarlo più volte e ai baci intercalare segni di croce, e perfino alzare sulle braccia un loro bimbo perchè anch’egli apponesse la sua boccuccia di latte su quel bronzo logorato dai baci, si spiccò da noi e, sfregatolo bene con la sua pezzuola di batista profumata, lo baciò anch’ella due volte, chiudendo