Pagina:Ojetti - Mio figlio ferroviere.djvu/263

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


sui vetri, sui muri che pareva una scarica di cannoni. Pascone, per fortuna, era tornato nel suo letto. Non parlava più. Mormorava immobile, l’occhio al soffitto: — Ma i carabinieri, i carabinieri che fanno? Dove si sono rintanati i carabinieri? I fascisti s’allontanavano. Giù ritrovai la moglie di lui che aveva socchiuso una persiana e guardava fuori: — Un’altra burla gli hanno fatta. E c’è cascato anche questa volta. Ci cascherà sempre. Dottore, dottore, lei che li conosce, mi dica chi è quel giovane biondo che passa adesso sotto il lampione.... quello che si volta.... quello che ride.... È il giovanotto che è venuto stamattina a prendere la pelliccia. Come si chiama? Lei lo deve sapere....