Pagina:Opere complete di Galileo Galilei XV.djvu/48

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


decima parte, essendo nel campo arenoso trovarono uno stretto rivo di sangue, il quale, dalla statua posta dal Poeta sopra ’l monte Ida in Creta dirocciando per l’abisso, fa Acheronte, Stige, Flegetonte, e Cocito, fiumi principali d’Inferno.

E camminando Dante lungo detto rivo verso il mezzo, pervenne alla sponda del burrato di Gerione, dove, salito insieme con Virgilio sopra le spalle della fiera, fu per quell’aer cieco calato su ’l settimo grado, che è quello che in dieci bolge è distinto, nelle quali sotto Gerione dieci specie di fraudolenti son castigati, de i quali troppo lungo sarebbe raccontare tutte le pene. È questo grado lontano dal superiore miglia 730 , e tanta viene ad esser la profondità del burrato. Ha ciascuna delle bolge, di traversa, un miglio e , eccetto l’ultima, che è larga miglio, dalla quale sino al pozzo de i giganti, posto nel mezzo, è uno spazio di di miglio; talché in tutta la traversa di Malebolge è miglia 16 ;1 e sono da uno stretto argine o ponticello attraversate tutte, eccetto però che la sesta, sopra la quale per certo accidente è rovinato il ponte. Attraversate che ebbe Dante le bolge, essendo pervenuto al pozzo, fu da Anteo gigante, insieme con Virgilio, calato su la diaccia, detta Caina, che è la prima e maggiore spera e che le altre circonda, nelle quali sotto Lucifero sono castigati i traditori: e nella prima, i traditori al prossimo; nella seconda, detta Antenora, i traditori contro la patria; nella terza, detta Tolomea, i traditori a i lor pari benefattori; nella quarta, detta Giudecca, i traditori contro al lor signore. È la distanza delle diacce da Malebolge, ciò è la profondità del pozzo de i giganti, miglia 81 .

  1. Il lettore, che avrà a mente la cifra 17 assegnate (pagine 19 e 22) al semidiametro, cioè alla traversata, di Malebolge, avverta bene, per non confondersi colle migi 16 che legge qui, che là si parla di Malebolgenella sua maggior larghezza, cioè compreso il pozzo dei Giganti, che ha di semidiametro un miglio, e qui si parla delle sole bolge.