Pagina:Opere scelte di Ugo Foscolo I.djvu/46

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

9

meritato gastigo nel luogo stesso dove esercitò la sua brutalità.

Voi però non contento di raccontare una storiella sulla quale la vera amicizia avrebbe steso volentieri un velo, vi servite anche nel comunicarla ai vostri lettori di abbiette e passionate similitudini ed espressioni.

Lo fate battere a Plate-couture, lo fate trattare da cavallo; considerate il giusto disprezzo che egli mostra per un tale avversario come bravata, e lo trattate da romanzescamente generoso per avere sparato in aria il colpo destinalo all’aggressore.

Il servirsi di parole ironiche ed insultanti, che sorprenderanno per avventura e divertiranno anche chi ama questo genere di scrivere o di parlare, per isfigurare e biasimare un’azione in se stessa bella e lodevole è arte facile, ma spregievole.

Alla pagina 12 dite, che per quello che udiste, quando eravate in Italia, il padre di Foscolo era un chirurgo di vascello al servizio della repubblica veneta.

Andrea Foscolo, padre di Ugo, non servì mai in qualità di chirurgo di vascello. Egli fu istruito nelle scienze, nella filosofia e nelle lingue antiche nell’università di Padova, do-