Pagina:Opere scelte di Ugo Foscolo I.djvu/53

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
16

rità di questo fatto. Di fatti come mai ad un gentiluomo danese, che sta tranquillamente pranzando sarebbe venuto in capo, fuori d’ogni proposito, di confrontare l’amico Foscolo che entra, con un Ourangoutan?

Se la cosa non è impossibile, essa almeno sembra molto improbabile. Alla pag. 66 dite che il celebre attore Blanes somigliava tanto a Foscolo nella voce rauca, ne’ capelli rossicci e ne’ tratti del viso, che molti volevano che egli fosse fratello naturale. Egli non chiarì mai questo dubbio. E anche qui parmi che voi siate in errore e in contraddizione ad un tempo: 1.° perchè Foscolo ben lontano d’aver la voce rauca, egli l’aveva forte, bella e sonora in modo da far possentemente risaltare tutto ciò che egli declamava o in pubblico, o fra pochi amici in privato; 2.° come combinerebbe la somiglianza di Foscolo con l’ente che è anello fra l’uomo e l’animale, e con quella di Blanes, tenuto generalmente per uomo di bellissimi tratti di volto? Finalmente come avreste desiderato ch’egli chiarisse il dubbio di coloro che tenevano Blanes per suo fratello naturale?

Il non far caso e il ridersi anzi d’un dubbio puerile, irreverente e privo d’ogni buon senso, per mille ragioni, non era cosa assai